IL PESO DEL CONTROLLO

0
741
views
http://www.pullinimarta.it/?p=742

Studiando e approfondendo il tema della resilienza ho riscontrato che una persona resiliente presenta una serie di caratteristiche che la contraddistinguono. La prima, di cui vi parlerò oggi, riguarda la misura in cui una persona si sente di poter controllare ciò che gli succede intorno.  Martin Seligman, fondatore della psicologia positiva,  ha utilizzato il termine “impotenza appresa” per indicare l’apatia che gli animali da laboratorio manifestavano dopo esser stati sottoposti a varie situazioni di stress,  sulle quali non avevano il minimo controllo.  Conferendo all’animale una, se pur minima, convinzione di avere potere su ciò che vivevano, l’intera situazione cambiava in modo sorprendente. Nell’uomo il meccanismo mentale non è diverso.  Le persone che attribuiscono il loro successo al loro impegno e il loro insuccesso alla mancanza di impegno sono individui mediamente sicuri di sé, positivi, realizzati.


Chi, al contrario, attribuisce il proprio successo a cause esterne e il proprio insuccesso alla mancanza di capacità si rivela spesso insicuro, più propenso alla depressione, vittimista.


La percezione di avere il controllo sugli eventi è importante,  nell’essere umano,  per limitare i danni fisici e psicologici dello stress e per aumentare il senso di auto efficacia. Trabucchi, psicologo sportivo, sostiene l’importanza di quella che definisce “valutazione cognitiva”. Riuscire ad affrontare una situazione stressante problematica utilizzando una serie di strategie permette alle persone di riprendere fiducia nei loro mezzi e riacquistare il senso di del controllo.” A volte nel cervello delle persone improvvisamente scatta qualcosa che permette di vedere in quella che a tutti gli effetti appariva come una sconfitta,  un’opportunità per trasformarla in qualcosa di meglio”.  È quello che illustrerò’ e che sperimenteremo insieme nel corso in partenza il 28 settembre.  Voi che ne pensate?

LEAVE A REPLY

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.